Maria Manzo… conoscerla così…

Pubblicato: 5 aprile 2011 in Poesia

Non penso a te

Non penso a te,

ma parti di me esistono ora

perché tu le hai scoperte

e dolgono per la tua assenza

Sono lì, ancora bisognose di cure

sono lì, ormai esposte ed indifese

sono lì, senza nome

in assenza della tua la tua voce

sono lì, senza forma

nel vuoto lasciato dalla la tua mano

Le hai tirate fuori da me

tra la mia rabbia stupita

aprendo finestre

su luoghi sconosciuti

e resto lì, come tela incompiuta,

e resto lì, come infante prematuro

Ma il tuo crearmi

è stato involontario

hai lasciato un’impronta profonda

nel tuo attraversarmi leggero

e andare oltre con un nuovo sorriso

ed andare altrove con passo sicuro

Non penso a te,

ma avrò cura dei tuoi doni incompleti

non penso a te

ma resterai in me come firma d’autore

E  andrò avanti

cercando acqua e cibo

per l’infante prematuro

E andrò oltre

cercando pennelli e colori

per la tela incompiuta

E  sarò ancora una volta

una donna in cammino.

 

 LONTANO

E torna la voglia di andare…
ed inizio a mangiare distanze

Lontano,   ancora più lontano,
mi inoltro, per poter ben vedere

Lontano, sempre più lontano
così tanto, da poter sentire.

Coltivo lo spazio vuoto
vi giro, cercando un senso
scavalco il tempo fermo
atterro cercando un punto.

Il punto in cui ….. le proporzioni tornano

Ecco, sono lontana

Lontana da fili luccicanti

di ragnatele che invischiano

e trattengono

Sì, tanto lontana da riconoscere
come lucidi pezzi di vetro
le preziose pietre colorate

Ancora, ancora più lontana
lontana da fragili mattoni caldi
che nulla possono costruire.

Ormai lontana e fuori
da stanze di giochi
in cui mi ritrovo a giocare da sola..

Eppure sento la voglia di tornare….

 

DOPO L’AMORE

Ora
i personaggi giacciono,
stropicciati e confusi,
mescolati ai vestiti sparsi

Ora
ogni contatto è parola silente
ogni movimento
inventa nuovi abbandoni

Ora
il confine si fa trasparente
limpido e morbido
si lascia attraversare

Ora
in un tempo sospeso
in uno spazio perfetto
c’è un immagine di noi

Poi
accendi una sigaretta

 

CRONACA

Una donna viene trascinata in un anfratto di una strada e violentata …

grida aiuto, qualcuno passa, capisce, ma non interviene… 

si giustificherà dicendo che aveva le scarpe nuove

(scritta di getto leggendo la notizia)

Buio, offesa, impotenza,

paura, colpa,

voragine in cui cadi

per poter scomparire

e non essere lì.

Poi torna la luce

e il giorno nuovo impone

di andare avanti,

avanti in ogni modo

portando dentro la voragine,

voragine in cui ognuno

può andare a pescare

a depredare,

ancora e ancora

foro d’entrata

di proiettili futuri

e tu, colpevole e confusa, non ti scansi.

E perché poi?

Non vali un paio di scarpe nuove.

 

Cava de’ Tirreni – Canto medievale

Un cumulo di stracci

vagabonda per le strade

portando in giro con fatica

un corpo pesante, sfatto.

Curvo e stanco cammina

lungo traiettorie che conducono a nulla

lo guardo, e vedo un’anima

che si affaccia da quegli occhi.

In quegli occhi, unico segno di vita,

vita dolente, ferita, umiliata,

ancor si scorge , nel loro scuro fondo,

la luce tenera di un sogno.

Dove sarà il prode cavaliere

che sotto l’offesa delle vesti sciatte,

scorgerà questo cuore colmo

che trabocca di amore inutile?

E camminando ne lascia indietro lunghe scie

sulle pietre delle strade, sotto i portici

lungo le piazze e dentro le  fontane

di questa  città che osserva indifferente.

Ad ogni passo lascia un segno

come sangue che sgorga da profonda ferita

e rischia di sporcare queste giovani signore,

belle ed eleganti, strette al braccio dei loro cavalieri.

Ma no, non c’è timore

si tengano ben lontane

da questa donna che sotto i suoi stracci

consuma amore come fosse cera.

Nulla può fermare questa perdita d’amore

solo colui che sa, l’amato,

potrebbe correre in soccorso e bere a questa fonte

ponendo le sue mani a coppa.

Allor, come d’incanto

stracciate infin le vesti….

…………… oh sogno!

Lui è lontano, assente

non sa che cosa farne

del dono ormai svilito

di questo inutile cuore.

Dura legge di mercato

dichiaro fallimento

per questo amore offerto

a troppo basso prezzo.

 

La sua danza (dedicata ad un amico “salsero”)

Scie luminose segnano l’aria

Come incisioni di fuoco

Sono i suoi gesti, armoniosi e precisi

Che nello spazio lasciano il segno

La grazia e la forza concisi

Trasformano semplici passi in danza

Portando una firma precisa

Una cifra che è stile e eleganza

Osservo il coinvolgente sviluppo

Di una storia d’amore vissuta

Lì, tra le braccia, una donna si dona

Ché il suo uomo, sicuro, sa dov’ andare,

Lì, tra ritmo e abbandono

Si consuma un viaggio esaltante

E la donna si lascia condurre

Capitano! Salpiamo che è ora

 

Ci sono dei momenti

Ci sono dei momenti in cui

amarti infinitamente non basta.

pensarti ed esserti vicino

non basta.

so solo che, vorrei amarti oltre.

Ci sono dei momenti in cui

vorrei che il mio amore

volasse oltre la paura,

la mia e la tua,

per aprirti porte di luce futura

e donarti un sacro amuleto

che ti protegga nel presente.

Ci sono dei momenti in cui

vorrei che il mio amore

costruisse argini e dighe

per contenere il tuo dolore

ed accoglierlo come in una culla,

per poi lasciarlo fluire

senza provocare devastazioni.

Ci sono dei momenti in cui

vorrei poter intrecciare

per te ponti di fiducia

che partendo dal cuore

della tua isola interiore,

ti conducessero sereno

verso le isole degli altri.

Ci sono dei momenti in cui

vorrei che il mio amore

fosse per te

una luce calda e dorata

che ti aiuti contro le stelle buie

di questo tratto di strada.

Questo è uno di quei momenti

però sono solo io,

senza altro potere che non

il mio amore.

ma sono qui con te e

faccio la tua strada …

………… dammi la  mano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...