1 MILIONE DI DOLLARI PER OTTENERE CARNE IN VITRO

Pubblicato: 22 gennaio 2011 in Alimentazione
1 milione di dollari per ottenere carne in vitro

L’annuncio è clamoroso ed è ancora più clamorosa l’associazione che ha lanciato la sfida. La PETA, associazione per i diritti degli animali già nota per le sue campagne “nude” di modelle e attrici, ha messo in palio 1 milione di dollari alla prima azienda che riuscirà a realizzare carne “cresciuta in vitro” entro il 2012.

In teoria è una splendida idea: carne creata in laboratorio perfettamente identica a quella da allevamento permetterebbe la riduzione delle emissioni di gas e delle sofferenze atroci per i capi di bestiame. 
Sfortunatamente non sembra così semplice.
“Nessuno è riuscito a farlo finora,” dice il Dr. Stig Omholt, direttore del Norway’s Centre for Integrative Genetics e capo dell’ “In Vitro Meat Consortium”, che terrà il suo primo incontro il mese prossimo. “ma è possibile, e abbiamo il dovere di provarci”.
Gli scienziati hanno iniziato a lavorare su proteine create in vitro a partire da cellule animali già da un decennio. La tecnologia è nata in origine per permettere agli astronauti di ottenere cibo in laboratorio nel caso di lunghe missioni spaziali; si inseriscono celluleanimali in un ‘sostrato’ nutritivo che le rigenera, poi vengono sistemate su una struttura che permette loro di crescere dandosi una forma naturale.
Dopo qualche settimana si ottiene un sottile strato muscolare che può essere trasformato in ‘fetta di carne’. Non aspettatevi belle bistecche, tuttavia: la tecnologia attuale non ha ancora capito come riprodurre e replicare vasi sanguigni o nervi.
“Non stiamo cercando di sostituire madre natura: stiamo solo provando ad imitarla” dice il Dr. Vladimir Mironov, ingegnere dei tessuti ed assistente alla Medical University of South Carolina.
Le applicazioni? Tante. Basti pensare che si potrebbe creare ‘carne’ addizionata di omega3 e 6, priva di batteri e esente da qualsiasi tipo di malattia.
Allo stato attuale, la tecnologia permetterebbe tutto questo: i veri problemi sono di natura economica. Per realizzare 250 grammi di carne occorre un costo pari al premio messo in palio dalla PETA. 1 milione di dollari.
Rendere il processo economico e in linea con le leggi di mercato sarà la sfida del futuro prossimo, quella che potrà risolvere molti problemi di sottoalimentazione e ambiente, quella che farà sparire i vegetariani da questo pianeta.
…Oppure sarà la sfida che permetterà anche ai vegetariani di mangiare una bella fiorentina senza remore!

Fonte PETA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...